Bio

Vincitore del XXXV Premio della Critica Musicale "Franco Abbiati" 2015 dedicato a Piero Farulli e del premio come migliori interpreti ai 48 Ferienkurse fur Neue Musik 2016 di Darmstadt, il Quartetto Maurice sceglie di focalizzare il proprio pensiero artistico sulla musica del Novecento Storico e contemporanea.

Fondato nel 2002, dopo un brillante percorso di studi presso la Scuola di Musica di Fiesole e l’Accademia del Quartetto, durante il quale affronta il repertorio tradizionale per quartetto d’archi con i migliori docenti di musica da camera del panorama internazionale (Hatto Beyerle, Christophe Giovaninetti, Piero Farulli, Andràs Keller, Andrea Nannoni…), il Quartetto approfondisce lo studio della musica di oggi con i più importanti musicisti attivi nel settore contemporaneo: Helmut Lachenmann, Philippe Manoury, Irvine Arditti, Lucas Fels, Greame Jennings, Francesco Dillon, Gyorgy e Marta Kurtag, Roham de Saram, Franck Chevalier.

Il Quartetto matura una comprensione sempre più profonda del linguaggio musicale del XX secondo attraverso lo studio del repertorio del Novecento Storico e del grande repertorio contemporaneo: le pagine affrontate sono lavori di Ligeti, Xenakis, Bartok, Shostakovich, Schnittke, Lachenmann, Scelsi, Fedele…

Si occupa dell’esecuzione e della promozione di nuova musica, anche attraverso commissioni a giovani compositori, per la diffusione di un mondo musicale fresco, ricco e frastagliato, proiettato verso il futuro. Molti compositori emergenti sulla scena internazionale hanno scelto di dedicare i loro lavori al Quartetto Maurice: Marco Momi, Silvia Borzelli, Luiz Casteloes, Andrea Portera, Ryan Carter.

Un progetto speciale, 4+1, nato dalla collaborazione con il compositore Andrea Agotstini, è dedicato all’approfondimento del rapporto con la musica elettronica e le nuove possibilità che essa offre al quartetto d’archi. Il Quartetto ha eseguito "Tensio" di Philippe Manoury, una delle composizioni più all'avanguardia nel campo della sperimentazione di nuove tecnologie musicali, presso il Festival ManiFeste 2015 dell'IRCAM Centre Pompidou di Parigi grazie al prezioso aiuto dell’Associazione francese Pro Quartet.

Il Quartetto si è esibito in concerti in tutta Italia e all'estero: presso la Biennale di Venezia 2013, per la stagione music@villaromana di Firenze, a Strasburgo (Francia) per il festival Minifest De Musique de Demain, a New York (USA) presso l'Italian Academy della Columbia University, a Tel Aviv (Israele) per il Festival Tzlil Meudcan, per la Biennale di Zagabria, a Barcellona per il festival Mixtur, in Argentina per il festival Distat Terra, a Macerata per la Rassegna Nuova Musica, per il festival Playit! di Firenze, per il festival Nuova Musica di Treviso, per il festival Encontres de Compositores di Mallorca (Spagna), per All frontiers di Gradisca d'Isonzo in featuring con Mika Vainio (Pan Sonic), per l'International Fajr Music Festival di Teheran (Iran), a La Ferme de Villefavard (Francia), a Vienna e Graz (Austria) per le rassegne Jeunesse e Open Music, presso la Collezione Maramotti di Reggio Emilia, al Teatro Dal Verme di Milano, al Piccolo Regio di Torino, al Teatro Bibiena di Mantova, al Festival dei Due Mondi di Spoleto, al Circolo della Stampa di Torino, al Teatro Vittoria di Torino.

E’ stato selezionato dall'Associazione Piero Farulli per il progetto "Le Dimore del Quartetto", un progetto volto a rilanciare il ruolo primario del mecenatismo, rispondendo alle necessità di giovani Quartetti d'archi e valorizzando il patrimonio artistico. Riceve sostegno dal CIDIM, Comitato Nazionale Italiano Musica, e dalla De Sono Associazione per la musica.

Il Quartetto Maurice è anche direttore artistico di alcuni eventi culturali: collabora con l'associazione "La Terra Galleggiante" nella direzione artistica del festival di teatro, musica e danza In Prossimità di Pinerolo (TO). 

 

  • Georgia Privitera, violino
  • Laura Bertolino, violino
  • Francesco Vernero, viola
  • Aline Privitera, violoncello